M.E.T (Metabolic Exercise Training)

Il MET ( acronimo di Metabolic Exercise Training) definisce un programma di allenamento condizionante finalizzato alla tonificazione muscolare. La stimolazione al lavoro metabolico che interviene con questa tipologia di allenamento agisce con estrema efficacia su:

  1. attività cardiocircolatoria
  2. lipolisi, cioè sulla massa grassa, contribuendo a favorirne l’eliminazione e quindi a dimagrire
  3. consumo calorico

Il principio scientifico che è alla base del MET e che ne spiega la sua validità,  di conseguenza  il suo successo, viene definito EPOC (Excess Post Exercise Oxygen Consumption): cioè il debito di ossigeno che si crea durante e dopo l’allenamento; studia in effetti la differenza tra il consumo di ossigeno in un  lasso di tempo dato in attività, rispetto al consumo di ossigeno nello stesso lasso di tempo ma in una situazione di riposo. SI è studiato che esso è direttamente proporzionale alla durata del lavoro ed alla sua intensità.

Cosa significa questo fatto e come si può relazionare con il Metabolic Exercise Training?

Da studi iniziati dal premio Nobel del 1922 Archibald Vivian Hill e proseguiti sino a tempi recenti, si è arrivati alla conclusione, oggi largamente riconosciuta, che dopo ogni seduta di allenamento, il metabolismo abbia bisogno di tempo per ritornare nella condizione di riposo; il tempo necessario dipende dal tipo di lavoro fisico svolto.

E’ su questo prinicipio, cioè su quello del debito di ossigeno, che si arriva a moduli quali il MET che quindi, per la sua composizione e caratteristica,soddisfa pienamente le esigenze dell’ “afterburn” (sinonimo gergale per EPOC).

Come Funziona?

In cosa consiste il programma MET? In realtà non può essere condensato e circoscritto ad un unico modulo, è piuttosto una idea di allenamento,  di approccio ad un protocollo atletico condizionante progettato per  indurre il nostro corpo ad un consumo di ossigeno tale che, per essere recuperato e ristabilire l’omeostasi *nel nostro organismo, arrivi necessariamente a velocizzare il metabolismo basale.

Esso è composto da modelli di durata ed intensità variabili caratterizzati da un’alternanza di esercizi aerobici ed anaerobici, (combinazione, questa,  che favorisce l’”afterburn”): in questo modo il modulo di allenamento  non si limita, come le comuni sedute in sala pesi, all’allenamento di un singolo gruppo muscolare, ma invece mira a coinvolgerli tutti in rapida successione e con pause brevi di recupero attivo, cioè con un prosieguo di allenamento di moderata intensità. Le sessioni di lavoro possono essere coadiuvate inoltre da un accompagnamento musicale che renda il lavoro più ritmato e quindi più coinvolgente e divertente.

X